Category: Editoriale

16 marzo 1978, il misterioso rapimento di Aldo Moro

Lo strano rapimento di Aldo Moro, il 16 marzo 1978, è strano perché è una incredibile storia quella che ci hanno raccontato, quella di un manipolo di terroristi delle Brigate Rosse che avrebbero eseguito una operazione praticamente chirurgica, rimanendo freddi e operativi anche quando qualche arma si sarebbe inceppata, uccidendo con rapidità tutti gli uomini della scorta, senza neanche ferire di striscio Aldo Moro.

Leggi tutto

Scopo della sezione monografie biografiche

 

Ciò che ancora più subdolamente vorremmo porre in evidenza è la quasi totale assenza nel panorama odierno di ogni tentativo di interpretazione metafisica della funzione dello Stato e della politica in genere, non solo da parte dei partiti.

Scriveva La Pira: “I problemi politici e sociali …. si presentano collocati su due piani gerarchicamente disposti: uno tecnico ed uno metatecnico; uno politico (nel senso ampio della parola: cioè anche economico, giuridico etc.) ed uno metapolitico; uno, quindi, fisico ed uno metafisico. C’è una tecnica sociale e c’è, anteriore ad essa, una metafisica sociale: quest’ultima ha come oggetto, appunto, le norme basi che orientano l’impostazione e la soluzione tecnica dei problemi sociali“.

La soluzione vera sta altrove: sta nell’eliminare i mali dell’economia borghese assoggettando l’economia al controllo della legge etica e positiva: sta nell’eliminare il principio del non intervento statale e nello spezzare il giuoco pericoloso della libera concorrenza; sta nel ridare vita ed efficacia a strutture economiche tali da assicurare a tutti il lavoro e da porre il lavoro in posizione di comando rispetto al capitale“.             (G. La Pira, Premesse della politica, Firenze 1945).

Per approfondimenti: Giorgio La Pira

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén