(Danilo Stentella, 2018 ©)

Lo scorso 17 febbraio ci ha lasciato, in punta di piedi, anche Gisleno Breccia, uno dei fondatori del nostro centro studi, uno dei più attivi e presenti nella vita di questo sodalizio. Aveva ricoperto cariche di vertice nella Democrazia Cristiana ed era stato per lunghi anni sindaco del Comune di Porano (TR), una macchia bianca in un territorio rosso. Lo conobbi venti anni fa nel gruppo di lavoro che si stringeva attorno a Edoardo Mazzocchi per ricostruire, o almeno tenere insieme quel che restava della Democrazia Cristiana, appena travolta dal ciclone di Tangentopoli, che aveva decapitato soltanto quei partiti di governo che erano contrari alle privatizzazioni del capitale pubblico. Mi colpì da subito la signorilità di questo uomo, che con la frequentazione, sempre più assidua, si è confermata come una nota caratteristica di Gisleno e non un modo formale di sembrare. Insieme agli altri amici della ex DC abbiamo condiviso tanti momenti di riflessione politica, tanti convegni in giro per l’Italia, alcune aspre battaglie interne alle quali coraggiosamente mai si sottrasse, fino alla cessazione della nostra militanza in quel che restava del nostro partito, l’UDC, quando in esso entrò il massone Enrico Melasecche. Conserviamo di lui l’esempio, la dignità, la coerenza, la gentilezza verso chiunque, e i momenti trascorsi insieme, per lui un forte affetto. Arrivederci Gisleno.

Download (PDF, 223KB)

Download (PDF, 478KB)