Data la gravissima situazione che in prospettiva si sta preparando per il Polo di Mantenimento Armi Leggere di Terni, la ex Regia Fabbrica D’Armi, che rischia la chiusura per mancanza di personale specializzato, che progressivamente va in quiescenza per raggiunti limiti di età, il nostro Heritage Supervisor, il Generale Aldebrano Micheli, ha redatto in collaborazione con lo staff del nostro centro studi una proposta di interpellanza parlamentare, che è stata inviata a mezzo PEC ai Deputati e Senatori eletti nel collegio dell’Umbria. Una copia è stata inviata anche al Senatore Candiani, che pur non essendo stato eletto nel nostro collegio risulta essere coordinatore regionale della Lega Nord. Non è stato possibile inviare la missiva al Senatore Luciano Rossi in quanto nel sito web istituzionale del Senato non siamo stati in grado di rintracciare un suo recapito di posta elettronica.

Uno degli elementi salienti della interpellanza è rappresentato dalla buffa, quasi ridicola questione del Museo delle Armi, una delle classiche cose fatte che non riescono a partire, nonostante rappresenti una unicità nel suo genere in tutta Europa, per qualità e quantità degli esemplari conservati. Dal testo si evince inoltre che il PMAL di Terni potrebbe non soltanto sopravvivere alla sua prospettata e potenziale chiusura, ma addirittura ampliare il suo livello di impiego di forze lavoro attraverso la attivazione di una serie di servizi innovativi e competitivi.

Download (PDF, 1.1MB)

________________________________________

RASSEGNA STAMPA:

Download (PDF, 573KB)

Download (PDF, 184KB)

Download (PDF, 599KB)