EurodittaturaC

(di Danilo Stentella, 2015 ©)

Poteva essere una Arcadia, la realizzazione del sogno dei padri della democrazia europea, il coronamento di un cammino lento e faticoso che era iniziato nella Grecia di Solone, di Clistene, Pericle Efialte e altri, che aveva avuto dei segnali interessanti nella regalità assembleare mesopotamica, nel III millennio a. C. (T. Jacobsen, 1943), fino al demos della città di Chio, nel VII secolo (F. Battaglia, 1931). Quel processo democratico, nel quale si inserì l’intelligenza di tanti altri pensatori, come Bodin, Hobbes, Locke, Vico, Montesquieu, Kant, Hegel, ebbe come oggetto la gestione del potere di autogoverno da parte del popolo sovrano, ma sembra miseramente degradato nella plutocrazia, che fu il cavallo di battaglia della presa del potere da parte del fascismo, soprattutto dopo il successo del tremendo referendum Segni del 1991.

Continua a leggere

Condividi